PlayStation® e l'ambiente

Scopri cosa stiamo facendo per ridurre il nostro impatto ambientale e come puoi aiutare anche tu.

La nostra impronta ecologica

Oltre a offrire il posto migliore per giocare, PlayStation ha sottoscritto una serie di ambiziosi impegni per ridurre l'impronta ecologica dei nostri prodotti e delle nostre attività aziendali. Continua a leggere per saperne di più.

Iniziative chiave

Ci impegniamo a rispettare una serie di iniziative governative volte ad affrontare problematiche ambientali globali.

Video VR 360 di UNEP che sensibilizza i bambini sull'impatto climatico e promuove iniziative affini, realizzato con Dreams su PlayStation 4.

Programma Playing for the Planet Alliance delle Nazioni Unite

PlayStation ha aderito al programma Playing for the Planet Alliance delle Nazioni Unite. Lanciato nell'ambito del Climate Action Summit del Segretario Generale delle Nazioni Unite a settembre 2019, si tratta di un consorzio di 21 società del settore dei videogiochi che si impegnano formalmente ad adottare misure per contrastare il cambiamento climatico sfruttando la visibilità delle proprie piattaforme.

Ecco alcune delle iniziative che ci siamo impegnati a sostenere:

  • Abbiamo stimato che, entro il 2030*, il nostro impegno per l'efficienza energetica di PlayStation®4 ci avrà permesso di ridurre le emissioni di CO2 equivalente di circa 30 milioni di tonnellate (pari alle emissioni di CO2 totali della Danimarca nel 2017).     
  • Con PS5, includeremo la possibilità   di sospendere l'azione di gioco con un consumo energetico decisamente inferiore rispetto a PS4 (che stimiamo si possa aggirare intorno a 0,5 W).
  • Abbiamo completato una valutazione della "carbon footprint" dei nostri diversi servizi di gioco e forniamo ai consumatori consigli sulla configurazione e l'utilizzo efficiente della console (vedere la sezione [I nostri prodotti>Efficienza energetica>Come posso ridurre al minimo il consumo di energia della console?]).
  • Collaboreremo con esperti del settore e del clima per supportare le Nazioni Unite nello sviluppo di un pacchetto di riferimento/riutilizzo per gli sviluppatori di giochi che desiderano promuovere o approfondire tematiche e problematiche legate al cambiamento climatico per lo sviluppo di giochi.
  • Esamineremo la possibilità di sviluppare applicazioni di realtà virtuale che aumentino la consapevolezza del cambiamento climatico.

Programma Playing for the Planet Alliance delle Nazioni Unite

PlayStation ha aderito al programma Playing for the Planet Alliance delle Nazioni Unite. Lanciato nell'ambito del Climate Action Summit del Segretario Generale delle Nazioni Unite a settembre 2019, si tratta di un consorzio di 21 società del settore dei videogiochi che si impegnano formalmente ad adottare misure per contrastare il cambiamento climatico sfruttando la visibilità delle proprie piattaforme.

Ecco alcune delle iniziative che ci siamo impegnati a sostenere:

  • Abbiamo stimato che, entro il 2030*, il nostro impegno per l'efficienza energetica di PlayStation®4 ci avrà permesso di ridurre le emissioni di CO2 equivalente di circa 30 milioni di tonnellate (pari alle emissioni di CO2 totali della Danimarca nel 2017).     
  • Con PS5, includeremo la possibilità   di sospendere l'azione di gioco con un consumo energetico decisamente inferiore rispetto a PS4 (che stimiamo si possa aggirare intorno a 0,5 W).
  • Abbiamo completato una valutazione della "carbon footprint" dei nostri diversi servizi di gioco e forniamo ai consumatori consigli sulla configurazione e l'utilizzo efficiente della console (vedere la sezione [I nostri prodotti>Efficienza energetica>Come posso ridurre al minimo il consumo di energia della console?]).
  • Collaboreremo con esperti del settore e del clima per supportare le Nazioni Unite nello sviluppo di un pacchetto di riferimento/riutilizzo per gli sviluppatori di giochi che desiderano promuovere o approfondire tematiche e problematiche legate al cambiamento climatico per lo sviluppo di giochi.
  • Esamineremo la possibilità di sviluppare applicazioni di realtà virtuale che aumentino la consapevolezza del cambiamento climatico.

*Circa 1,8 MtCO2e di questo consumo sono dovuti alla conformità ai requisiti di consumo nella modalità standby e standby di rete nell'ambito della direttiva dell'Unione europea (CE 1275/2008 modificata da UE 801/2013) all'interno dei paesi dell'UE.

Accordo di autoregolamentazione (VA) dell'UE relativo ai sistemi di gioco

Accordo di autoregolamentazione (VA) dell'UE relativo ai sistemi di gioco

All'interno dell'Unione europea, PlayStation , insieme a Microsoft e Nintendo, è firmataria dell'Accordo di autoregolamentazione dell'UE relativo ai sistemi di gioco (direttiva UE 2009/125/CE). Formalmente riconosciuto dalla Commissione europea nel 2015, l'Accordo di autoregolamentazione (VA) stabilisce misure per migliorare l'efficienza energetica e delle risorse delle console di gioco (visitare la pagina efficientgaming.eu), tra cui:

  • Limiti di tempo obbligatori per lo spegnimento automatico.
  • Limite di potenza massimo per le console in modalità multimediale e di navigazione. 
  • Obbligo per i produttori di console di pubblicare i dati di consumo della propria console.   
  • Impegno a fornire servizi di riparazione fuori garanzia e a fornire agli utenti informazioni per la manutenzione delle console.
  • Impegno a migliorare il riciclo delle console.  

Nel corso del ciclo di vita delle console di ultima generazione, si stima che il VA consentirà un risparmio energetico pari 48 TWh (equivalente alla produzione di energia elettrica annuale del Portogallo). L'accordo viene rivisto ogni due anni per garantire costanti miglioramenti.

I nostri prodotti

Scopri di più su come abbiamo ridotto l'impatto ambientale dei nostri prodotti, incluso il consumo energetico della tua console PlayStation.

La nostra catena di distribuzione

I trasporti su ruote e per via aerea sono quelli che comportano le emissioni di carbonio maggiori. In tutte le nostre attività globali, trasportiamo merci in blocco via acqua e via ferroviaria ogni qualvolta ci è possibile, per ridurre al minimo le emissioni legate ai trasporti.

La maggior parte delle nostre periferiche viene spedita in blocco dalla Cina e confezionata localmente, il che riduce notevolmente il numero di container utilizzati per il trasporto. 

Attività di ufficio 

Abbiamo sviluppato obiettivi e attività specifici per ogni sede al fine di ridurre l'impatto ambientale delle nostre attività in ufficio. A oggi, abbiamo intrapreso le seguenti attività:

Energia 

Le iniziative per l'efficienza energetica sono state attuate in molte delle nostre sedi mondiali. In tutti i nostri uffici nel Regno Unito, acquistiamo il 100% di energia rinnovabile e abbiamo ridotto il consumo energetico totale del 12% rispetto al 2015. 

Negli uffici operativi di Londra, abbiamo completato un importante programma di ristrutturazione che ha ridotto il consumo energetico del 19% dal 2015, pur ampliando gli spazi del 15% e incrementando la superficie dedicata a una palestra per il personale. 

In America, stiamo valutando l'utilizzo del 100% di energia rinnovabile acquistata. A oggi, abbiamo raggiunto questo obiettivo presso i nostri uffici di San Mateo. Inoltre, stiamo installando in tutte le sedi dispositivi a risparmio energetico, tra cui luci LED e sistemi di rilevamento del movimento, nell'ambito del nostro programma di costante rinnovo degli spazi ufficio. Presso le nostre sedi sono presenti anche postazioni di ricarica per veicoli elettrici.   

In Asia, incoraggiamo il nostro personale a risparmiare energia attraverso good practice e valutiamo e adottiamo tecnologie per il risparmio energetico nelle attività di rinnovo degli uffici.  

Riciclare

Nei nostri uffici operativi nel Regno Unito, abbiamo raggiunto un tasso di riciclo del 74% entro la fine del 2018. Inoltre, abbiamo azzerato lo smaltimento di rifiuti in discarica: i rifiuti vengono riciclati, trattati tramite compostaggio aerobico o bruciati per creare energia. 

In aggiunta, intendiamo ridurre gli sprechi e finora abbiamo rimosso tutte le bottiglie d'acqua e i contenitori in Tetrapak dalle nostre mense. A oggi, soltanto un caffè su cinque acquistato presso i nostri bar viene servito in un bicchiere monouso. 

In America, abbiamo identificato e mappato tutti i nostri flussi di smaltimento dei rifiuti, individuando così rifiuti specifici, come le materie plastiche monouso, che abbiamo eliminato dalle aree dei servizi alimentari. Stiamo cercando di ridurre al minimo gli sprechi di cibo e abbiamo calcolato la nostra riduzione delle emissioni di anidride carbonica legate alla ristorazione per definire un obiettivo di riduzione per il futuro. 

I nostri uffici in Asia hanno inoltre introdotto sistemi di riciclaggio per separare i materiali riciclabili, al fine di incrementare i tassi di riciclaggio nella regione.

Attività per la comunità

Scopri come il nostro personale può partecipare alle attività delle comunità locali e regionali a sostegno di iniziative ambientali, benefiche e di conservazione.

Maggiori informazioni

Per maggiori informazioni, visita la  pagina relativa a Sony e l'ambiente e la pagina sul Modern Slavery Act .