La tua guida per sopravvivere alle insidie del mondo di Days Gone

Come sopravvivere agli orrori che si nascondono nella frontiera post apocalittica della nuova esclusiva PS4

 
 

1. Alla scoperta dei furiosi

Sanguinari mutanti che hanno invaso un'America flagellata dalla pandemia

La pandemia che ha colpito il paese ha tramutato parte dei suoi abitanti in mostri feroci in balia dei propri istinti. Gli esemplari di questa nuova specie si sono imposti come predatori dominanti in una terra già ostile come quella del Nord-ovest Pacifico. I sopravvissuti all'epidemia virale li chiamano "furiosi".

La specie è suddivisa in diversi ceppi secondari, ciascuno dotato di abilità uniche, che rendono i furiosi la principale minaccia delle terre di frontiera. Tuttavia, neppure loro sono invincibili. Come ogni creatura, possiedono punti deboli da sfruttare a proprio vantaggio.

Erranti

Questi furiosi non amano muoversi da soli. Per tua sfortuna, preferiscono viaggiare in branchi compresi tra i cinque e i venti individui. Sono attirati dal minimo rumore e caricano in massa non appena avvistano una preda, circondandola per impedirne la fuga.

Guida alla sopravvivenza: se di fronte al pericolo preferisci fuggire, cerca dei cespugli e accovacciati nella sterpaglia, restando nascosto fin quando il gruppo non si sarà allontanato. Se invece vuoi agire furtivamente, lancia delle pietre per attirare singoli furiosi lontano dal branco, quindi avvicinati ed eliminali di soppiatto. Gli erranti che percepiranno il rumore del sasso sono evidenziati lungo la traiettoria di mira.

Sei armato fino ai denti e pronto allo scontro? Lancia una molotov nello sciame e apri il fuoco, sfruttando le fiamme e i proiettili per sfoltirli prima che inizino a caricare. Elimina i restanti in corpo a corpo.

Sirene

Gli esemplari di questo ceppo si distinguono dagli altri perché agiscono quasi sempre soli. A renderli pericolosi, tuttavia, è la loro funzione: rappresentano un vero e proprio sistema di allarme per furiosi. Se ti avvistano, emetteranno un terrificante ruggito che attirerà su di te tutti gli erranti in zona.

Guida alla sopravvivenza: quando una sirena riesce a vederti, è ormai troppo tardi per fermarla. Di lì a pochi istanti lancerà un grido assordante che ti immobilizzerà per alcuni secondi, sufficienti agli erranti per piombarti addosso. Elimina le sirene quanto prima, se non vuoi che la situazione precipiti.

Grigi

I ceppi di furiosi continuano a mutare nel corso del gioco. I grigi sono il risultato di una di queste evoluzioni. Riconoscibili per la tonalità chiara della pelle, sono veloci quanto gli erranti, ma nettamente più resistenti ai colpi, inclusi quelli alla testa. Come avviene con le loro controparti più deboli, tuttavia, si muovono perlopiù in branco.

Guida alla sopravvivenza: impara a sfruttare il sistema di potenziamenti del gioco e lo schema di progressione di Deacon. Migliorando la vista da superstite avrai a disposizione più tempo per mirare alla testa, mentre sbloccando nuove armi disporrai di maggiore potenza d'arresto e di caricatori più capienti con cui ridurre le difese dei nemici. Inoltre, puoi incrementare la resistenza della moto per travolgere e uccidere i grigi a tutta velocità. Al termine dello scontro, tuttavia, dovrai riparare i danni al tuo mezzo.

Colossi

La variante furiosa della fanteria corazzata. Tra i superstiti gira voce che questi energumeni siano culturisti o lottatori mutati in seguito all'esposizione al virus. Qualunque sia la verità, si tratta dei giganti della specie. La loro forza bruta, oltretutto, li rende particolarmente coraggiosi. I colossi cercano sempre lo scontro ravvicinato e aggrediscono la preda senza sosta fino a ucciderla.

Guida alla sopravvivenza: le molotov agiscono da moltiplicatori dei danni. Incendia il colosso dalla distanza e sparagli per iniziare a ridurne l'energia. Se riesce ad avvicinarsi, comincia a rotolare per schivare i suoi colpi, ma senza esagerare: ogni capriola consuma vigore, riducendo la tua capacità di difenderti.

Come ogni creatura del gioco, anche i colossi possono aggredire le altre fazioni. Quando possibile, attira questi bestioni verso un nemico e lasciali stancare contro il tuo alleato improvvisato, in attesa di sferrare il colpo di grazia.

Orde

Queste moltitudini di furiosi, composte da un minimo di 50 fino a un massimo di 500 creature, sono probabilmente la principale minaccia del mondo di gioco. Rappresentano oltretutto un'entità anomala, persino per gli standard dei furiosi, in quanto agiscono in perfetta coordinazione, come governati da una mente collettiva. Il mondo di Days Gone è popolato da quaranta orde, ciascuna con territori e percorsi migratori specifici, che seguono per andare alla ricerca di cibo e acqua.

Guida alla sopravvivenza: prima di affrontare un'orda assicurati di essere armato e organizzato, altrimenti soccomberai alla loro schiacciante superiorità numerica. Osserva attentamente il territorio dell'orda e sfruttalo a tuo vantaggio per elaborare una strategia che ti permetta di annientarla fino all'ultimo furioso. Prepara delle trappole, studia i percorsi e non sbagliare mira.

 
 

2. Non sottovalutare gli animali selvatici

I nativi a quattro zampe dell'Oregon non vedono l'ora di mangiarti a pranzo

Le gerarchie della catena alimentare sono cambiate. In Days Gone, gli umani hanno perso la loro posizione dominante, cedendo il passo ai carnivori. Le vallate e le colline dell'esteso mondo di gioco sono popolate da famelici predatori che non esiteranno a difendere il proprio territorio o a inoltrarsi in nuove regioni alla ricerca di carne fresca.

Neppure la fauna dell'Oregon è immune ai segni della pandemia. Le terre selvagge sono popolate dalle mutazioni infette di lupi e orsi. L'estrema aggressività e l'aria minacciosa di queste creature li rendono avversari terrificanti.

Orsi | Idrofobi

Le forme di vita che incontrerai nel mondo di gioco sono state scelte da Bend Studio a partire dalle reali specie indigene dell'Oregon centrale. Questa ricerca di autenticità comporta che durante i tuoi viaggi potresti trovarti muso a muso con imponenti e feroci orsi neri desiderosi di masticarti come un giocattolo. La loro variante infetta, gli idrofobi, si riconosce dal filo spinato aggrovigliato alla pelliccia.

Guida alla sopravvivenza: gli scontri ravvicinati sono sconsigliati, a meno che tu non voglia finire squartato in due. Come sempre, sfrutta l'ambiente circostante a tuo vantaggio. Se le munizioni non ti mancano, sali su un tetto e spara da posizione sicura. Se ti trovi in prossimità di una stazione di servizio, attira l'orso verso le pompe di carburante e incendiale per ridurre drasticamente l'energia della creatura.

Lupi | Mannari

Questi veloci e letali predatori si muovono generalmente in branco. Se avrai fortuna, il riecheggiare di un ululato in lontananza ti avvertirà dell'ostile presenza di questi cacciatori dal passo fulmineo. Essere in stato di allerta, tuttavia, non renderà i loro attacchi meno improvvisi: di colpo ti ritroverai accerchiato da un branco intero, pronto a balzarti addosso. Le loro controparti infette sono i mannari, di maggiori dimensioni e con la pelliccia a chiazze.

Guida alla sopravvivenza: i lupi possono correre veloci come una moto, quindi cerca una strada libera e inizia a sparare in sella, sperando di convincerli a desistere o di seminarli prima di esaurire il carburante. Se invece hai il serbatoio a secco, trova un luogo con una parete alle spalle che impedisca loro di circondarti e imbraccia un fucile pesante o qualunque altra arma in grado di sparare ad ampio raggio.

 
 

3. Non fidarti degli umani

Non tutti i superstiti sono dalla tua parte

Non fidarti degli estranei. Le comunità accoglienti, composte da superstiti disposti a lavorare insieme e a collaborare con l'esterno per creare insediamenti sicuri, rappresentano sparute eccezioni nel mondo di Days Gone.

La maggior parte delle persone che incontrerai lungo la strada, o ai suoi margini, non esiteranno ad aggredirti, tenderti agguati, disarcionarti dalla moto o semplicemente spararti a vista. Del resto, potresti avere con te risorse preziose e per loro la tua vita non ha alcun valore. In questo mondo vale la legge del più forte.

Ripugnanti

Folli seguaci di una setta dedita al culto dei furiosi. Se deciderai di attaccarli per raccogliere risorse, ricorda che possiedono le armi da mischia più potenti di tutto il gioco. Non adottano protezioni resistenti, ma il loro obiettivo è affrancare la Terra dagli esseri umani. Alcuni Ripugnanti di alto grado si incendiano il petto con una molotov prima di avventarsi su di te, nel tentativo di trascinarti nelle fiamme con loro.

Guida alla sopravvivenza: la loro strategia prevede di lanciare molotov da lontano, per poi girarti alle spalle o aggredirti frontalmente all'arma bianca. Tuttavia, puoi annientarli sfruttando l'ecosistema del gioco e le credenze stesse della setta. Se noti degli erranti, attirali nelle vicinanze e nasconditi. I Ripugnanti si rifiutano di attaccare i furiosi. Al contrario, inizieranno a levare preghiere tutti insieme, attirando lo sciame verso di loro.

Agguati dei predoni

La maggior parte dei superstiti ostili e non appartenenti alla setta dei Ripugnanti sono genericamente definiti predoni, ma alcuni di essi sono specializzati nel tendere agguati in strada durante le ore del giorno. Questi criminali colpiscono quando meno te l'aspetti, disarcionandoti dalla moto con cavi invisibili tesi lungo la strada o sparando dalla distanza. In genere, si appostano lungo le strade vicine ai loro accampamenti fortificati.

Guida alla sopravvivenza: liberare un accampamento nascosto è un'impresa rischiosa ma altamente remunerativa. Sconfiggendo queste bande di predoni ridurrai il numero di imboscate nell'area circostante e potrai accedere al loro bunker, che cela ricompense straordinarie. Ogni covo è strutturato in modo differente e presenta sfide specifiche, da risolvere combattendo con astuzia e strategia.

 
 

4. Migliorare il proprio equipaggiamento

Usa la moto e le tue abilità per sopravvivere all'apocalisse

In Days Gone, i principali alleati nella lotta per la sopravvivenza sono la propria moto e le proprie abilità. Il tuo destriero a due ruote ti permetterà di macinare chilometri su qualsiasi terreno, ma soprattutto di sfuggire velocemente alle minacce. L'esperienza accumulata completando incarichi, di converso, può essere usata per ampliare il tuo ventaglio di abilità, preparandoti alle sfide che ti attendono.

La tua moto

Il serbatoio della moto può contenere una quantità limitata di carburante. Non potrai caricare taniche di scorta, quindi ricorda di tenere d'occhio il livello della benzina. Il vero problema non è restare a secco, in realtà, quanto restare a piedi. Una moto inutilizzabile è una condanna a morte, perché ti priva della possibilità di sfuggire velocemente ai furiosi e agli altri pericoli.

Guida alla sopravvivenza: cerca le stazioni di servizio (che saranno aggiunte alla mappa dopo averle scoperte) o le taniche abbandonate. Rilascia l'acceleratore in discesa per sfruttare la gravità a tuo vantaggio. Appena puoi permettertelo, amplia il serbatoio presso uno degli accampamenti.

Le tue abilità

Days Gone ti immerge in un mondo in cui per sopravvivere è necessario adottare strategie fluide. Le armi da mischia si rompono, le munizioni terminano, le strategie furtive diventano inutili contro un'orda alla carica. Per questo è essenziale studiare i menu delle abilità e migliorare i propri talenti per diventare un superstite più resistente e versatile.

Guida alla sopravvivenza: specializzati in ogni ambito. Per iniziare, sblocca le abilità di base di tutti e tre i percorsi di potenziamento. In questo modo disporrai delle capacità fondamentali per districarti nelle terre selvagge, imparando a riparare le armi da mischia, a ricaricare in movimento e a prolungare la concentrazione tattica. Non ami sparare? Continua a migliorare il menu relativo alla mischia per accelerare le riparazioni e incrementare la resistenza delle armi. Se invece preferisci il piombo, puoi ridurre la deriva dei fucili o acuire la vista da superstite.