Guide ed editoriale

Puoi giocare a Baldur's Gate 3 se non hai mai giocato a Dungeons & Dragons?

Ecco perché il premiato GDR di Larian Studios è il punto di partenza ideale per chiunque voglia muovere i primi passi nei Reami Dimenticati.

Baldur's Gate 3: l’introduzione perfetta a Dungeons & Dragons

Tra le decine di videogiochi ufficiali di Dungeons & Dragons prodotti negli ultimi 35 anni, Baldur's Gate 3 viene considerato la riproduzione più fedele della tradizionale esperienza cartacea di D&D. Come un gioco da tavolo, questo GDR a turni è ricco di luoghi da esplorare, centinaia di personaggi indimenticabili con cui interagire ed emozionanti battaglie che premiamo la strategia e la creatività.

Se il gioco ti incuriosisce ma ti spaventa l’idea di iniziare la tua prima campagna di D&D, non preoccuparti: Baldur's Gate 3 è perfetto per accogliere i nuovi arrivati in un vasto mondo pieno di possibilità. Ecco perché Baldur's Gate 3 è l’introduzione perfetta a Dungeons & Dragons.

Baldur's Gate 3 ha diversi livelli di difficoltà?

Diversamente dal gioco da tavolo, Baldur's Gate 3 offre cinque livelli di difficoltà. Tra questi, la modalità bilanciata è la simulazione più fedele della tipica esperienza di D&D, con combattimenti impegnativi e uno scaling standard dei punti salute (PS) dei membri del tuo party e dei nemici.

Se preferisci una campagna più tranquilla, la modalità esploratore aumenta i PS del tuo party, riduce quelli dei nemici, sconta i prezzi dei negozianti e diminuisce la difficoltà delle battaglie. È l’opzione perfetta per coloro che vogliono godersi l’incredibile arco narrativo di Baldur’s Gate 3 con un basso rischio di bloccarsi nei combattimenti.

Qualunque sia la tua decisione, puoi sempre cambiarla: se il gioco ti risulta troppo complesso o troppo facile, puoi cambiare la difficoltà in qualsiasi momento.

Quanto diventa difficile Baldur's Gate 3?

Il terzo livello di difficoltà è riservato a coloro che vogliono ideare precise strategie per affrontare ogni combattimento e che il successo dipenda da ogni tiro di dado. I nemici, che hanno i PS aumentati, cercheranno di distruggere il tuo party nel modo più efficiente e spietato possibile, mentre le merci dei negozianti costeranno il 30% in più. Impegnativa anche per gli standard di D&D, la modalità tattica punirà ogni tuo errore.

La quinta patch di Baldur’s Gate 3 ha introdotto il livello di difficoltà successivo: la modalità onore. Essa rende i boss ancora più forti e le regole ancora più severe, e impedisce di ricaricare i salvataggi. Ciò significa che se il tuo party viene sconfitto in combattimento, dovrai ricominciare una nuova partita in modalità onore o continuare nella modalità personalizzata, un’altra difficoltà aggiunta che ti lascia modificare vari elementi del gioco.

Posso creare un mio personaggio in Baldur's Gate 3?

Baldur's Gate 3 offre le stesse opzioni di creazione del personaggio del gioco da tavolo, quindi potrai scegliere tra 11 razze (con un’aggiunta di 21 razze secondarie) e 12 classi, molte delle quali si diramano in sottoclassi.

Se non hai mai giocato a D&D, creare un personaggio potrebbe risultare un po’ sconcertante, persino prima ancora di decidere l’aspetto e un meraviglioso nome fantasy.

Per fortuna, Larian Studios ha fatto un ottimo lavoro per semplificare la creazione del personaggio e guidarti nel processo. Il gioco assegna automaticamente i punti alle statistiche che si adattano a ogni build e fornisce spiegazioni dettagliate per ogni abilità, incantesimo e competenza. Puoi modificare le statistiche, ma all'inizio è consigliabile affidarsi alle impostazioni predefinite.‎

Cosa sono i personaggi Origin? Questi personaggi preconfezionati sono, tranne il misterioso Desiderio Oscuro, potenziali membri del party che incontrerai durante il tuo viaggio, con una storia dettagliata e statistiche e abilità fisse.

Baldur's Gate 3 è multigiocatore?

Baldur's Gate 3 supporta dei party fino a quattro personaggi. Se viaggi in solitaria potrai giocare con tutti, gestendone l’equipaggiamento, le abilità e gli incantesimi e decidendone ogni mossa durante le battaglie.

Baldur's Gate 3 mantiene la promessa di essere la più autentica esperienza digitale di D&D mai realizzata, consentendo a quattro giocatori di sedersi al tavolo virtuale in co-op online, oppure a due giocatori di fare coppia in split-screen locale. Così come nella realtà, i tuoi personaggi sono legati alla tua campagna, quindi tratta il file di salvataggio proprio come faresti con una sessione dal vivo: caricalo, invita i tuoi compagni al "tavolo" e riprendete da dove siete rimasti.

In cooperativa, ognuno è libero di esplorare in modo indipendente, conversare con i PNG e persino combattere. È preferibile muoversi in squadra, ma non stupitevi se la caotica mina vagante del vostro party vi metterà in qualche guaio inaspettato.

Che cos’è il DM in Baldur’s Gate 3?

Il DM (che sta per "Dungeon Master") è un’entità onnipresente che crea le campagne di D&D scagliando contro i giocatori missioni, personaggi e pericoli e adattando la storia alle azioni del party.‎

Giocare sotto la guida del DM virtuale di Baldur's Gate 3 non è solo una novità incredibile, sotto certi aspetti, potrebbe essere molto di più. Dal momento in cui il tuo personaggio si risveglia sulla nave di mind flayer, finirai in una vasta e imprevedibile campagna che anticipa le tue mosse e si adatta ad esse.

Le circa 17.000 variazioni possibili dimostrano quanto impegno e attenzione Larian abbia dedicato nel tentativo di ricreare la natura aperta dell’esperienza del gioco da tavolo.

I combattimenti di Baldur's Gate 3 sono in tempo reale o a turni?

I combattimenti di Baldur's Gate 3 sono ricchi di potenziale. Ogni turno rappresenta solo sei secondi nel gioco, ma avrai a disposizione un tempo illimitato per pianificare ed eseguire ogni mossa.

A ogni turno hai un’azione, un’azione bonus e un raggio di movimento limitato per personaggio. Non si tratta solo di scegliere quale nemico colpire, ma anche di provare ad anticipare le mosse degli avversari mentre sfrutti l’ambiente circostante e utilizzi al meglio le abilità dei membri del tuo party.

Può sembrare complicato, ma in poco tempo diventa istintivo. Non ci metterai molto a lanciare abilità per attirare i nemici vicino alle voragini, li immobilizzerai con una punizione e farai in modo che il membro più forte del party li spinga nelle profondità sottostanti.

Bisogna lanciare i dadi in Baldur's Gate 3?

L’importanza del d20 (un dado da 20 facce) in D&D viene mantenuta in Baldur's Gate 3, in cui un tiro di dadi determina il successo o il fallimento di quasi ogni azione che compirai. Ciò spazia dall’eventuale successo di un attacco verso il bersaglio previsto, all'esecuzione di ogni tipo di compito, che si tratti di persuadere un PNG o di decifrare un'altra lingua. Questi tiri sono noti come "prove di caratteristica": alcune sono passive per non interrompere il gioco, ma nelle prove più importanti sarai tu a tirare i dadi. Ricorda che il fallimento non equivale per forza a un "game over" e spesso può condurti verso nuove strade inaspettate ed entusiasmanti.‎ 

Ci sono diversi fattori oltre al tiro di dado stesso che determinano l'esito di una prova di caratteristica, ma presto capirai la classe di difficoltà, i vantaggi e la differenza cruciale tra un 20 naturale e un 20 per somma.

Acquista Baldur's Gate 3 sul PlayStation Store

Edizioni

Gioco Standard

  • Baldur's Gate 3 per PlayStation®5

Edizione Digitale Deluxe

  • Baldur's Gate 3 per PlayStation®5
  • Pack Canzoni Bardiche di Divinity
  • Tema Esclusivo per Dadi
  • Pack Tesori da Rivellon
  • Borsa dell'Avventuriero
  • Contenuto Digitale Bonus*

Contenuti aggiuntivi

QUESTO MESE 

SU PLAYSTATION

Scopri le più grandi uscite di questo mese con contenuti speciali, guide e molto altro ancora.

QUESTO MESE 

SU PLAYSTATION

Scopri le più grandi uscite di questo mese con contenuti speciali, guide e molto altro ancora.

I migliori giochi nuovi e di prossima uscita per PS5 del 2024

I giochi MMO più popolari di PlayStation 5

Giochi di dimensioni ridotte per giocatori impegnati