7 motivi che spiegano perché Journey To The Savage Planet non è il solito sparatutto fantascientifico

Dai un'occhiata nel dettaglio alla nuova avventura d'esplorazione di Typhoon Studios

 
 

1. L'esplorazione è la chiave

Nei panni della nuova recluta di Kindred Aerospace, approdi su un pianeta inesplorato chiamato AR-Y 26. Scarsamente equipaggiato e senza un vero piano, devi esplorare, catalogare fauna e flora aliene e valutare la compatibilità del pianeta con la vita umana.

Tuttavia, scoprirai presto che non tutto è come sembra. Una misteriosa torre in lontananza lascia intendere che non sei il primo ad aver messo piede sul pianeta. Quindi, oltre a improvvisarti botanico e cartografo, dovrai risolvere un mistero e vivere molte avventure.

In poco tempo, il gioco si trasforma in un'esperienza ciclica in stile "Metroidvania" che crea dipendenza:

Passo 1

Esci dalla nave per esplorare AR-Y 26, esegui le scansioni dell'ambiente naturale e difenditi da eventuali minacce aliene.

Passo 2

Quando ti imbatti in un ostacolo insormontabile, affronta le missioni secondarie alla ricerca dei materiali necessari per creare strumenti o potenziamenti adatti alla situazione.

Passo 3

Torna alla nave per creare l'oggetto di cui hai bisogno, poi continua a esplorare l'ignoto per proseguire con l'avventura.

"AR-Y 26 sembra una specie di acquario mescolato, o un'arca di Noè fatta esplodere da qualcuno"

 

- Alex Hutchinson, Direttore creativo

 
 

2. È progettato per farti sorridere

1. È divertente

Journey to the Savage Planet è davvero molto strano. Con una scrittura eccellente, un cast di personaggi e creature fuori di testa e una salutare ossessione per tutto ciò che è scatologico, è un'esperienza spensierata che non si prende mai troppo sul serio.

2. È colorato

Il team di sviluppo ha usato come riferimento visivo i colori primari dell'era 16-bit, recuperando i rilassanti cieli azzurri di vecchi classici come Outrun e Sonic the Hedgehog. L'unico marrone in cui ti imbatterai sarà quello degli escrementi alieni...

3. È positivo

Non aspettarti una storia tetra con eroi tormentati intenti a salvare l'umanità dallo sterminio. Savage Planet torna ai tempi d'oro della fantascienza, con avventurieri coraggiosi che decidono autonomamente di esplorare l'ignoto, con passo sicuro e una luce scintillante negli occhi.

"AR-Y 26 sembra un bel posto dove vivere, rispetto alle solite distopie opprimenti" 

 

– Alex Hutchinson, Direttore creativo

 
 

3. È un mondo piccolo che rispetta i tuoi tempi

Journey to the Savage Planet è il primo gioco di Typhoon Studios, un piccolo team guidato da Alex Hutchinson, ex-Direttore creativo di Assassin's Creed III e Far Cry 4. Il suo primo gioco riesce nella difficile impresa di raccogliere tutta la sua esperienza nella creazione di giochi open world, e da lì costruire un'esperienza gestibile e senza tempi morti, che non richiede mesi per essere portata a termine.

Densità, non dimensione

ARY-26 è un "mondo" relativamente piccolo, letteralmente pieno di cose da scoprire. In quattro tipologie di ecosistema si possono esplorare grotte, ghiacciai, isole galleggianti, foreste di funghi, pozze di lava e molto altro, incontrando più di 30 specie aliene.

Durata

Aspettati una durata di circa 10/12 ore. Niente grinding, niente statistiche inutili, niente contenuti avanzati interminabili. C'è solo un'avventura concisa con un inizio, uno svolgimento e una fine, venduta a un prezzo in linea con i contenuti.

Rigiocabilità

Pur essendo un'esperienza economica, la storia ha vari finali legati alle decisioni prese. Se vorrai rivivere l'avventura, avrai un valido motivo per farlo.

"Non dovrai fare escursioni interminabili per andare dal punto A al punto B. È un mondo relativamente piccolo"

 

- Alex Hutchinson, Direttore creativo

 
 

4. Ci sono attrezzi con cui divertirsi...

Oltre a una vasta gamma di abilità potenziabili, tra cui i razzi e il rampino, ci sono strumenti per la "mano sinistra" e per la "mano destra".

Mano sinistra

Usata per una vasta gamma di oggetti insoliti, dal cibo in scatola per attirare o distrarre le creature, ai "semi" da attaccare agli ostacoli e usare come punti di aggancio del rampino.

Mano destra

Usata principalmente per la fida pistola laser. All'inizio del gioco è un'arma comune, ma andando avanti con l'avventura creerai potenziamenti come il "flipper", che spara proiettili in grado di rimbalzare tra i nemici.

 
 

5. ...ma non solo per sparare

Raramente gli autori del gioco ti spingeranno a ricorrere all'arma. Anche se alcuni alieni ti vedono come un pasto facile, molte delle creature del gioco non ti attaccheranno se non le disturberai per primo.

Anche se le creature sono la fonte di molti materiali per la creazione, puoi ottenere le stesse risorse dall'ambiente circostante, e con l'evoluzione delle tue abilità, se lo desideri, potrai evitare strategicamente gli incontri più pericolosi.

Il cuore di Savage Planet è nell'esplorazione e nell'avventura. Non nell'ostilità!

"Le sparatorie non sono mai la prima opzione. Nessuna missione ti chiederà di sterminare 50 alieni".

 

- Alex Hutchinson, Direttore creativo

 
 

6. Non sarai distratto da nessuna mappa

Sei un intrepido avventuriero in una terra inesplorata. È ovvio che tu non abbia una mappa! Ma al di là della coerenza narrativa, è anche un'attenta scelta di progettazione. La mappa può essere utile, ma può anche rovinare l'esperienza. Al completamento di Savage Planet l'emozione principale dovrebbe essere "è stata un'avventura divertente", non "ho raggiunto tutte le icone sulla mappa"!

Invece di "esplorare la mappa", dovrai fidarti dell'istinto e degli strumenti per l'esplorazione per orientarti nel compatto mondo di gioco.

 
 

7. Puoi giocare con un amico

Puoi goderti Journey to the Savage Planet da solo, ma puoi anche coinvolgere un amico o un parente per giocare in co-op dall'inizio alla fine, o, se preferisci, chiedere aiuto solo nelle battaglie contro i boss. Si può accedere rapidamente in qualsiasi momento, con l'host al comando. 

"Anche volendo, dubito che riusciresti a creare un gioco in co-op senza renderlo divertente! Il nostro mondo adora il caos"

 

- Alex Hutchinson, Direttore creativo

 
 

Effettua il pre-ordine di Journey To The Savage Planet

L'edizione pre-ordine di Journey To The Savage Planet include:

  • Tema di Journey to the Savage Planet
  • Statuetta bobblehead di Martin Tweed (regalo aziendale): L'integrazione perfetta per la tua Javelin, programmata con citazioni motivazionali e frasi che fanno tornare il sorriso.
  • Ciondolo Kindred Aerospace per la pistola (regalo aziendale): Equipaggiandolo hai una maggiore probabilità di ottenere bottini di qualità, celebrando al tempo stesso la prestigiosa designazione della Kindred come quarta miglior compagnia di esplorazione interstellare!