Come Wolfenstein: Youngblood reinventa la formula FPS della serie

...e le poche cose che la nuova avventura co-op ambientata negli anni 80 mantiene inalterate

 
 

1. È la prima avventura co-op della storia di Wolfenstein

Mentre i capitoli precedenti della saga ti facevano vestire i panni del lupo solitario B.J. Blazkowicz, Youngblood propone due nuove protagoniste: Jess e Soph, le figlie gemelle di B.J. L'intera esperienza si affronta in co-op, con il compagno di squadra controllato dall'IA o da un amico online. Cosa cambia nella dinamica di gioco? 

Combattimento strategico

Collaborando per sterminare la minaccia nazista avrai a disposizione un maggior numero di opzioni strategiche. Una delle gemelle può irrompere dalla porta principale sparando all'impazzata, mentre l'altra può aggirare il nemico per una manovra a tenaglia. 

Gioco di squadra

Rianimatevi a vicenda durante il combattimento, condividete le vite extra, potenziate le statistiche con segnali "intesa" (per esempio, Jess può mostrare il pollice a Soph per un potenziamento a tempo della salute), o gioca di squadra per sfruttare armi devastanti come l'assurda pistola Tesla.

Risoluzione cooperativa degli enigmi

Con due protagoniste in gioco contemporaneamente si aprono varie opzioni per risolvere gli enigmi collaborando. Lavorate insieme per attivare interruttori, aprire porte e raggiungere luoghi apparentemente inaccessibili. 

 
 

2. Nuove protagoniste

Scopri Jess e Soph, note come Terror-Twins. Le giovani figlie di B.J. e della combattente ribelle Anya Oliwa. Al termine di Wolfenstein: The New Colossus non erano ancora nate, ma sono state addestrate dalla madre e il padre per prendere il loro posto nell'opera di sterminio dei nazisti. Cosa che accade molto presto, quando B.J. scompare oltre le linee nemiche e deve essere trovato.

I due personaggi hanno la propria personalità, ma possono sfruttare lo stesso set di abilità. All'inizio del gioco potrai personalizzare la tua dotazione, per poi specializzare le sorelle nel corso nell'avventura grazie ai complessi alberi delle abilità.

 
 

3. Un kit nuovo e potente

L'azione si svolge due decadi dopo la scorsa avventura di Wolfenstein e dalla tua ultima battaglia contro il Terzo Reich sono stati sviluppati nuovi giocattoli fuori di testa. A guidare l'avanzata tecnologica sono le armature potenziate di Jess e Soph, esoscheletri futuristici che permettono di sfruttare una gran numero di abilità, tra cui:

  • OCCULTAMENTO: Ami la discrezione? Con l'armatura potenziata puoi diventare invisibile per brevi periodi e cogliere di sorpresa i nemici.
  • SALTO POTENZIATO: Accedi a zone apparentemente irraggiungibili, premendo due volte il comando del salto per ricevere una spinta a mezz'aria.
  • ATTACCO CON SCHIANTO: Morte dall'alto! Travolgi i nazisti con uno violento schianto a terra eseguito col giusto tempismo.
  • DISTRUZIONE: In breve, ti permette di colpire le cose con grande violenza. Riduci i nemici a una poltiglia sanguinolenta o irrompi attraverso le porte in una pioggia di schegge.
 
 

4. Nuova ambientazione anni 80

Dopo un primo scontro su un dirigibile, l'azione si sposta in una spaventosa rivisitazione al neon della Parigi del 1980. Non si tratta della capitale francese che conosci e ami. Non ci sono Serge Gainsbourg, Jean-Paul Gaultier, o le celebri pasticcerie. Solo orde di nazisti bellicosi e vestiti di pelle.

È un'ambientazione diversa dall'Europa nazista del 1960 vista nei giochi precedenti,
che dona a Youngblood una gradita freschezza.

"Ogni nemico, ogni arma e ogni gadget nel gioco ha un aspetto nuovo in linea con lo stile retro/sci-fi del 1980"


- Andreas Öjerfors, progettista gioco senior, MachineGames

 
 

5. Nuovo sviluppo in collaborazione, nuove prospettive

Questa volta in MachineGames, pilastro della serie, si sono avvalsi dell'aiuto di Arkane Studios, il team di talenti responsabile dei celebri giochi di Dishonored. Le influenze nella collaborazione saltano subito all'occhio:

  • Progettazione dei livelli tentacolare: Mentre nei vecchi giochi di Wolfenstein si doveva generalmente andare dal punto A al punto B, in Youngblood i livelli sono zone enormi con varie strade per raggiungere gli obiettivi. Come in Dishonored, l'esplorazione viene ricompensata e le zone segrete nascondono potenziamenti, Easter egg e dettagli aggiuntivi sulla storia.
  • Struttura con missioni aperte: Con l'eccezione dei livelli di apertura e di chiusura, le missioni variano in difficoltà e possono essere affrontate nell'ordine desiderato, dopo averle accettate nell'hub centrale. Il gioco prevede un sistema di PE, quindi all'inizio potresti essere troppo debole per alcune missioni!
  • Gioca a modo tuo: Le armi possono essere personalizzate (saccheggia i nemici per acquistare i potenziamenti) e durante l'avventura l'armatura potenziata può essere migliorata grazie agli alberi delle abilità, per arricchire e perfezionare il tuo stile di gioco.

"Le sparatorie e i combattimenti di MachineGames si uniscono ai fantastici livelli aperti di Arkane"


- Andreas Öjerfors, progettista gioco senior, MachineGames  

 
 

6. È disponibile un'esperienza VR complementare

Wolfenstein: Cyberpilot è un'avventura per PlayStation VR ambientata a Parigi, poco prima degli eventi di Youngblood. Devi aiutare la resistenza comandando una vasta gamma di macchine da guerra nemiche grazie alle tue abilità come hacker, per irrompere nella capitale francese e porre fine all'occupazione nazista.

Non è necessario aver giocato a uno dei due giochi per godersi l'altro, ma le due esperienze sono legate da alcuni elementi narrativi comuni.

"Giocando a Youngblood, ti troverai di fronte alle conseguenze delle azioni compiute in Cyberpilot"
 

- Andreas Öjerfors, progettista gioco senior, MachineGames

 
 

E le poche cose che Youngblood lascia inalterate...

  1. Orde di famigerati nazisti: Cambia il periodo storico, i fascisti restano gli stessi. Abbattili senza pregiudizi. 
  1. Enormi robot assassini: L'altro grande classico di Wolfenstein, gli assurdi robot bellici, è abbondantemente presente, con tanto di Panzerhund migliorati.
  1. Armi colossali: Se non ci fossero armi enormi capaci di devastare le ambientazioni, non sarebbe un capitolo di Wolfenstein. Youngblood lo sa bene e mette a tua disposizione un ricco arsenale.
  1. Dialoghi scioccanti: Il senso dell'umorismo tipico della serie è rimasto intatto. Le figlie di B.J. non hanno ereditato solo la capacità di sterminare i nazisti, ma anche l'uso creativo del linguaggio... 

"Il cuore pulsante è quello di Wolfenstein. Impugni armi dalla potenza assurda per fare a pezzi i nazisti, mentre la storia mescola tematiche importanti, personaggi memorabili e un umorismo macabro"


- Andreas Öjerfors, progettista gioco senior, MachineGames